Legabasket logo
News 
 
Carmenati convince anche Chris Porter
03/08/2002 12:01   
 

FABRIANO - E' l'ala Chris Porter (201 cm, 24anni) il secondo colpo dal Fabriano Basket, che ormai viaggia al ritmo di un acquisto al giorno, dopo la firma giovedì della guardia DeeAndre Hulett (200 cm, 22 anni) e in attesa che arrivi anche il nero su bianco dell'ala/pivot Ira Clark (200 cm, 27 anni), di sicuro entro oggi. Considerando il pedigree, Chris Porter è il “crack" della nuova squadra di coach Roberto Carmenati. Uscito dall'università di Auburn, Porter è stato scelto da Golden State col 55 al draft Nba del '00 e con i Warriors ha giocato subito un'intera stagione nei “pro" al ritmo di 8,6 punti in 22,5 minuti. L'anno scorso è passato ai Dakota Wizards nella Cba (con cui ha vinto il titolo segnando 16,4 punti a serata conditi da 6,6 rimbalzi), poi a fine campionato è approdato ad Oklahoma nella Usbl, giusto in tempo per alzare anche lì il trofeo al cielo (25 punti in finale). «Porter è un agonista - ci spiega coach Carmenati - ha nell'atletismo e nell'intensità le sue principali armi. Si muove bene dentro l'area, schiaccia, ha un buon primo passo, sa difendere su tre ruoli, consentendomi così di variare i quintetti. Dovrà rifinire il tiro da fuori, questo sì. Ma so già che lavorerà sodo per migliorarsi e rientrare l'anno prossimo nel giro dell'Nba. Gioca per il pubblico. E' un ragazzo dall'entusiasmo e dall'energia contagiosi». Come guardia Hulett, all'ala Porter e ala/pivot Clark: il coach ha messo in cassaforte gran parte del quintetto. «Hanno tre cose in comune. Primo, sono giocatori che conosco perché li ho allenati e so come lavorano. Secondo, sono reduci da esperienze positive e vincenti. Terzo, sono nel pieno della crescita e interpreteranno questa stagione come una vetrina per spiccare il volo, quindi daranno il massimo. L'intenzione è di costruire una squadra che lotti, che difenda, efficace. Se poi ci scapperà anche un po' di spettacolo, ben venga». Il prossimo obiettivo è il pivot. Ma il coach non si sbottona. Finora sono circolati i nomi di Corsley Edwards (23 anni, 206 cm), Bryan Lucas (24 anni, 203 cm) e Mamadou N'Diaye (27 anni, 213 cm) per il quale c'è un ritorno di fiamma. E il play? "Mi piacerebbe un italiano". In giro ci sono Attruia e Busca. "Interessanti". In alternativa un comunitario. Domani Carmenati tornerà a Fabriano, lunedì definirà il suo contratto e martedì avverrà la presentazione.
Ferruccio Cocco
Il Messaggero