Rassegna Stampa

Carpegna Prosciutto Pesaro, Visconti e il rapporto con coach Repesa: “Prepariamo le partite in maniera incredibile, ha detto cose fondamentali per il momento in cui sono"

Il torinese ha rilasciato un'intervista sul "Corriere Adriatico Pesaro"

Carpegna Prosciutto Pesaro, Visconti e il rapporto con coach Repesa: “Prepariamo le partite in maniera incredibile, ha detto cose fondamentali per il momento in cui sono"

Grazie alla vittoria ottenuta per 101-72 sulla NutriBullet Treviso, la Carpegna Prosciutto Pesaro ha strappato il pass per le Frecciarossa Final Eight di Coppa Italia e ha visto esprimersi ancora ai massimi livelli Riccardo Visconti, autore di 17 punti in 23 minuti (suo massimo di sempre in Serie A): “La partita è stata come l'aveva pronosticata coach Repesa. Con il nostro allenatore che ormai conosciamo bene prepariamo le partite in maniera incredibile, parlando tanto del match durante la settimana e per come sono andati i primi due quarti ha avuto incredibilmente ragione e poi il terzo e quarto periodo di gioco hanno confermato semplicemente tutto quello che diceva” ha spiegato il numero 9 a Mirko Facenda sul "Corriere Adriatico Pesaro".

“Nel primo e secondo quarto abbiamo peccato nei rimbalzi e qualche volta a livello di intensità. Sapevamo chiaramente i punti di forza di Treviso perché coach Repesa gli aveva illustrati durante la settimana, però dopo l'intervallo siamo stati bravi a ritrovarci e siamo andati molto di più a rimbalzo giocando tanto insieme e lo dimostra il punteggio finale”, prosegue Visconti, “Onestamente non mi va di parlare dell'attacco, perché questo è il quarto anno che gioco in serie A e mi è sempre stato detto che in difesa potevo dare molto di più. A prescindere dai punti segnati e dagli aspetti offensivi, in questo momento sono molto orgoglioso dei progressi che sto facendo a livello difensivo, e di questo devo ringraziare coach Repesa e sono consapevole che devo e posso migliorare ancora. Oggi io mi sento sicuro, non so se da fuori si vede, ma per me a livello mentale questa cosa fa la differenza. Io non mi sono mai trovato a marcare Banks o altri giocatori importanti che ho marcato in questa stagione e ad avere delle responsabilità di questo tipo. Dopo Verona mi veniva da ridere perché è stata la prima partita della mia vita in cui sono stato tolto per l'attacco e rimesso per la difesa e per me questo è motivo di orgoglio. Poi ovviamente la prestazione generale fa piacere, però l'allenatore mi aiuta tanto e durante la settimana mi ha detto tu puoi difendere su chiunque e queste cose sono fondamentali per il momento in cui sono e mi stanno facendo fare uno step mentale importante per la mia carriera”.

Tale step ha aiutato Pesaro nel girone di andata a conquistare un traguardo prestigioso come l’accesso in Coppa Italia, un torneo che Visconti avrà l’onore di giocare nella sua città natale e su un campo che conosce molto bene: “Mi fa piacere perché è la mia città e lì ho segnato i primi punti. A Torino si sono giocate due edizioni nel 2011 e 2012 e io ho delle immagini di me che pulivo il campo e passavo i palloni ai giocatori ed essere lì dieci anni dopo è una grande soddisfazione per me”.

Le ultime gallery
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Water
Official Advisor
Media Partner
Media Partner
Media Partner
Official Radio