Rassegna Stampa

Virtus Segafredo Bologna, il primo bilancio del CEO Baraldi: “Sono molto soddisfatto di come stanno andando le cose”

Il dirigente bianconero è stato intervistato su “Il Resto del Carlino – Bologna”

Virtus Segafredo Bologna, il primo bilancio del CEO Baraldi: “Sono molto soddisfatto di come stanno andando le cose”

Facendo il punto con Massimo Selleri su “Il Resto del Carlino – Bologna”, il CEO della Virtus Segafredo Bologna ha sottolineato come il primo bilancio della stagione sia attualmente positivo: “Sono molto soddisfatto di come stanno andando le cose. Nei maschi siamo ai vertici in campionato e in Eurolega siamo in corsa per l'ottavo posto e questo è importante per noi, perché sappiamo quanto sia dura questa manifestazione soprattutto per chi torna a disputarla dopo tanto tempo. Anche l'esperienza europea delle donne la considero favorevolmente, ma quello che più ci riempie d'orgoglio è il secondo posto in campionato e la storica vittoria che abbiamo ottenuto sabato contro Schio”.

Cosa rende la squadra maschile affidabile in campo sia italiano che europeo? “Intanto il fatto di avere un proprietario come il dottor Massimo Zanetti che è un appassionato e che ha piena fiducia nelle persone che lui ha scelto per guidare il club. Avere una catena corta di comando è l'altro aspetto che ci caratterizza. Nel maschile siamo io, il direttore generale Paolo Ronci e il coach Sergio Scariolo. Nel femminile a Scariolo si sostituisce la coppia composta dal coach Giampiero Ticchi e dalla dirigente Angela Gianolla”.

“La disponibilità del dottor Zanetti ci permette di portare quigrandi campioni sia nel maschile che nel femminile e credo che non solo Bologna, ma tutto il movimento dovrebbe ringraziarlo per questo. Noi cerchiamo di selezionare i nostri atleti anche dal punto di vista umano e questo spessore nei valori viene espresso in modo diverso. Nelle ragazze c'è un maggiore spirito di appartenenza al gruppo e di partecipazione personale anche negli eventi non sportivo. Nei maschi c'è più riservatezza e maggiore attenzione a certi aspetti. Ad esempio resto sempre sorpreso del rispetto che campioni come Milos Teodosic e Marco Belinelli hanno nei confronti dei dipendenti dei nostri uffici, pur essendo un rapporto di 100 a 1 quando si parla dei rispettivi stipendi”, chiosa Baraldi.

Le ultime gallery
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Water
Official Advisor
Media Partner
Media Partner
Media Partner
Official Radio